Set
28
sab
Gita Santuario della Madonna del Frassino Castello scaligero di Sirmione Grotte di Catullo
Set 28 giorno intero

Santuario della Madonna del Frassino

Castello scaligero di Sirmione

Grotte di Catullo

sirmione

Il Santuario della Madonna del Frassino è uno dei monumenti di maggior spicco nella zona. Le sue origini risalgono all’11 maggio del 1510 quando la Madonna apparve al contadino Bartolomeo Broglia. Mentre lavorava nei campi, venne aggredito da una serpe invocò l’aiuto della Vergine. Alzati gli occhi al cielo, vide una statuetta avvolta nella luce, sopra un vicino frassino: era l’immagine della Madre di Dio venuta in suo aiuto.  A seguito dell’apparizione si decise la costruzione di una piccola cappella nel luogo del miracolo. Questa venne inaugurata il 12 settembre 1510, costruita grazie alle offerte del popolo e gestita dai padri serviti. La statuetta della Madonna con il Bambino, alta poco più di 14 cm, si può ammirare sul frassino originario nella cappella a Lei dedicata. In poco tempo la cappella, che nel frattempo era passata nelle mani dei frati minori francescani, diventò un punto d’incontro di numerosi fedeli i quali portavano doni votivi a seguito delle grazie ricevute.

L’area archeologica delle Grotte di Catullo conserva al suo interno i resti di una delle maggiori ville residenziali dell’Italia settentrionale. Collocata in una posizione eccezionale, sulla punta della penisola di Sirmione, domina dall’alto dello sperone roccioso l’intero bacino del Lago di Garda. La villa occupa un’area di circa 2 ettari ed è circondata da uno storico uliveto composto da oltre 1500 piante.

Il Castello scaligero di Sirmione è una rocca di epoca scaligera, punto d’accesso al centro storico di Sirmione. Si tratta di uno fra i più completi e meglio conservati castelli d’Italia, oltre che raro esempio di fortificazione lacustre. Il castello è bagnato su tutti i lati dalle acque del lago di Garda, e su uno di questi lati è stata realizzata, poco dopo la costruzione del castello, la darsena, che un tempo rappresentava il luogo di rifugio della flotta scaligera. Le mura e le tre massicce torri maggiori sono caratterizzate dalle merlature a coda di rondine che contraddistinguono ogni costruzione scaligera: dietro questi tre torrioni emerge l’imponente mastio, alto 47 metri, sotto al quale si trovavano le celle destinate ai prigionieri. Attraverso porte munite di efficaci sistemi di chiusura si accede al grande portico, all’interno del quale si erge una scala che conduce ad un ponte levatoio. Da qui, tramite una rampa di 146 gradini, si possono raggiungere i camminamenti di ronda delle mura, dai quali si può apprezzare la darsena.

Set
29
dom
Inizio anno scolastico e catechistico
Set 29@11:00

Santa Messa in occasione dell’inizio dell’anno scolastico e catechistico

Al termine della Messa –  la benedizione dei bambini e ragazzi

possiamo portare a benedire libri, quaderni, cartelle, grembiuli

 

ore 11.00 in Castello

Ott
1
mar
OTTOBRE – il mese dedicato alla Madonna
Ott 1–Ott 31 giorno intero
“Recitate il Rosario tutti i giorni.
Pregate, pregate molto e fate sacrifici per i peccatori.
Sono la Madonna del Rosario.
Solo Io vi potrò soccorrere.
Alla fine il Mio Cuore Immacolato trionferà”.
La Vergine Maria a Fatima

 

La parola Rosario significa “Corona di Rose”. Nostra Signora ha rivelato a molti che ogni volta che si dice una Ave Maria è come se si donasse a Lei una bella rosa e che con ogni Rosario completo Le si dona una corona di rose. La rosa è la regina dei fiori, e così il Rosario è la rosa di tutte le devozioni ed è perciò la più importante. Il Santo Rosario è considerato una preghiera completa perché riporta in sintesi tutta la storia della nostra salvezza. E’ una preghiera semplice, umile così come Maria. E’ una preghiera che facciamo insieme a Lei, la Madre di Dio. Quando con l’Ave Maria La invitiamo a pregare per noi, la nostra preghiera diventa sempre più efficace, perché quando Maria domanda sempre ottiene, perché Gesù non può mai dire di no a quanto gli chiede sua Madre. In tutte le apparizioni la Mamma celeste ci ha invitato a recitare il Rosario come arma potente contro il male, per portarci alla vera pace. La preghiera del Rosario può sembrare una preghiera ripetitiva ma invece è come due fidanzati che si dicono l’un l’altro tante volte “ti amo”…

 Maria e rose

 

 

La recita del Santo Rosario nella chiesa di Borgo

nei giorni feriali alle ore 17.20

Ott
4
ven
1° Venerdì – Ora di Adorazione eucaristica e Confessioni
Ott 4@17:00

adorazione

 

Venerdì 4 Ottobre
Primo Venerdì del mese

alle 17:00 in Borgo

Esposizione del Santissimo Sacramento, Adorazione,
Confessioni

alle 18.00 – Santa Messa.

 

Ott
5
sab
1° Sabato – Ora di Adorazione eucaristica e Confessioni
Ott 5@17:00

Cuore Immacolato di Maria

 

Sabato 5 Ottobre

Primo Sabato del mese

alle 17:00 in Borgo

Esposizione del Santissimo Sacramento, Adorazione, Recita del Rosario
Confessioni

alle 18.00 – Santa Messa.

Ott
6
dom
Festa della Famiglia
Ott 6@11:00

La solenne Messa – alle ore 11.00 in Castello.

Subito dopo la Messa, nei locali parrocchiali ci sarà un incontro con tutte le coppie e tutti partecipanti.

Ott
31
gio
Adorazione Eucaristica riparatrice
Ott 31@21:00

L’adorazione del Santissimo Sacramento alla Vigilia di Tutti i Santi,

l’adorazione riparatrice per riparare

tutti i sacrilegi che si commettono durante la notte del 31 di Ottobre

martedì dalle ore 21.00 fino alle ore 22.00 in Borgo

 

Halloween NO GRAZIE

Troviamo anche noi 10 minuti per venire a pregare!

 

Che possiamo fare noi Cattolici? Pregare per la salvezze delle Anime e diciamo “NO!” a questa festa dell’ignoranza e della superstizione

Nov
1
ven
TUTTI I SANTI
Nov 1@8:00–Nov 8@15:00

1 Novembre – Solennità di Tutti i Santi

Le Messe:

Giovedì 31 Ottobre (la prefestiva) – ore 17.00 in Borgo

Venerdì 1 Novembre – ore 8.00 in Bogo, ore 11.00 in Castello

2 Novembre – Commemorazione di tutti i fedeli defunti

Le Messe:

ore 8.00 in Borgo, ore 15.00 al cimitero (per tutti i fedeli defunti)

3 Novembre

ore 15.00 (per tutti i fedeli defunti) nella chiesa di Castello, al termine – la benedizione al cimitero

L’indulgenza plenaria

Nei giorni 1-8 Novembre i fedeli che visitano il cimitero e pregano per i defunti, possono acquistare, una volta al giorno, l’indulgenza plenaria, alle condizioni di cui sotto:

Confessione

Comunione eucaristica

 

L’esclusione di qualsiasi affetto al peccato anche veniale

 

Preghiera secondo le intenzioni del Santo Padre (preghiera a scelta del fedele: per esempio un Padre nostro e un’Ave o Maria, il Credo)

 

L’indulgenza è la remissione dinanzi a Dio della pena temporale per i peccati, già rimessi quanto alla colpa, che il fedele, debitamente disposto e a determinate condizioni, acquista per intervento della Chiesa.

Nov
7
gio
ORA DI GUARDIA
Nov 7@21:00

L’ora di guardia è un’ora di veglia con Maria nella quale si recita il rosario entrando in quel dialogo che dà un tono tutto particolare alla meditazione dei misteri.

Suor Lucia di Fatima, a chi le chiedeva come fare a restare fedeli al Rosario rispondeva:
” pensare costantemente a Maria quale mamma che ci porta a Gesù nostro fratello, usare per questo il rosario ci fa entrare in un meccanismo sano e abitua la nostra mente a pensare costantemente a Gesù e a quello che ha fatto per noi, e così pregare anche per i peccatori, pensare a chi cerca un lavoro, a chi sta morendo, a chi sta peccando, a chi sta soffrendo….

 

L'ora di guardia